•   Strada Settefrati n° 38, Rivalta sul Mincio (MN)
  •   0376 681360
  •   info@cortesettefrati.it

Chiesa

chiesa lato nord newChiesetta medievale, consacrata, dedicata ai Sette Santi Fratelli Martiri.
Recentemente ristrutturata, è possibile svolgervi cerimonie e funzioni religiose.

how to buy propecia cheap "Il primo documento che attesta la presenza di una chiesa dedicata ai Sette Santi Fratelli ubicata nel territorio di Rivalta è un atto di investitura del 1244 in cui si certifica che Don Giovanni, rettore della chiesa di S. Gervasio a Mantova, viene investito "de Cura Animorum in Ecclesia Septem Fratrum de Ripalta".

check my blog

news Numerose sono le notizie riguardanti le varie visite apostoliche e pastorali effettuate a partire dal 1533 dal cardinale Ercole Gonzaga.
Dal 1647 la chiesa viene definita come semplice oratorio in quanto devastata dai Lanzichenecchi durante l'assedio di Mantova nel 1630.

http://graciediet.com/wp-json/oembed/1.0/embed?url=http://graciediet.com/ask/hello-my-name-is-cristiano-started-with-jiu-jitsu-last-december-and-the-gracie-diet-which-weighed-100-kg-and-only-following-the-diet-at-3-months-weight-93-400-kgm-really-excited-but-i-would-take/

Homepage Nella mappa Teresiana redatta nel 1776 viene delineata la Corte dove, assieme agli edifici rurali, è raffigurata la chiesa con una sagoma identica a quella attuale. L'oratorio è inoltre riprodotto in una delle numerose tavolette votive custodite nel Santuario della Madonna delle Grazie.

follow link

mail order Lyrica chiesa dentro

http://gryphus.com.br/?sokerpt=op%C3%A7%C3%B5es-bin%C3%A1rias-simulador&ef8=ad

binary option robot Pare che Ippolito Nievo, poeta risorgimentale, oltre ad ambientarvi parte del suo racconto "L'avvocatino", abbia soggiornato a Settefrati per un breve periodo.

opzioni binarie strategie a cadela

köpa Cialis La Cattedrale di Mantova ha mantenuto il suo "beneficio" sulla corte e sull' oratorio sino al 1882, anno in cui venne acquistata dalla famiglia Giovanni Tommasini di Mantova.

click here

this content Nel 2006 il fondo è stato acquistato dalla Cooperativa Agricola Settefrati, che attraverso un'importante opera di restauro ha riportato la corte e la chiesa al loro antico splendore."